I 3 significati principali dell’esoterismo

di Malvi Commenta

esoterismo

Vi siete mai chiesti cosa stia davvero a significare la parola esoterismo? Sono tanti gli studiosi che hanno cercato di spiegare le origini di questa parola e le teorie al riguardo si sono moltiplicate nel corso degli anni. Cerchiamo dunque di capire quali sono i 3 significati principali attribuiti all’esoterismo, spiegati di conseguenza da altrettante teorie.

Jean Marquès Rivière, insegnante di Storia delle dottrine esoteriche, ha scritto un libro nel quale spiega che questo termine deriva dal verbo greco eisoteo che sta a significare “aprire una porta e offrire all’uomo la possibilità di penetrare al suo interno“. E’ ovvio che il significato del termine esoterismo, dunque, va astratto: “L’esoterismo rivela dunque una verità nascosta, un senso occulto e celato all’uomo. una dottrina segreta, un’iniziazione, una spiegazione del mondo rivelata in un consesso scelto, isolato dall’esterno e dalla moltitudine e spesso tramandata in forma orale“.

C’è poi chi si concentra sul collegamento tra esoterismo e l’aggettivo greco esoterikòs che significa “interno, segreto“. Anche i teorici di questo secondo filone, comunque, concordano nell’affermare che l’esoterismo “è un insegnamento estremamente riservato, a cui venivano ammessi soltanto alcuni individui che avevano ricevuto una preparazione specifica“, come si legge nel libro di Giuditta Dembech, Quinta Dimensione.

Esiste anche un altro libro – L’Esoterismo, di Pina Andronico Tosonotti – che aggiunge nuovi dettagli al significato di questo termine sottolineando come sia importante non dimenticare mai il fine ultimo di ogni individuo, quello di vivere sereni: “Non basta essere studiosi e sapienti, bisogna vivere come se ogni giorno fosse il primo o l’ultimo, perché la vita è un viaggio iniziatico che ci conduce verso la scoperta della dimensione spirituale“.

Foto | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>