L’Aura, quali sono i 3 modi per interpretarla

di Malvi Commenta

Ci sono persone, che si definiscono dotate di poteri medianici, che dicono di vedere in ciascun individuo un’Aura che circonda il corpo. Una specie di energia vitale, una luce che circonda il corpo dell’uomo ma che non tutti riescono a visualizzare.


Secondo le testimonianze di coloro che dicono di riuscire a vedere questa energia vitale intorno alle persone, l’Aura assumerebbe una forma ovale che si propaga per una trentina di centimetri in torno al corpo (arrivando fino a quarantacinque). L’Aura sarebbe strettamente collegata al carattere delle persone. L’Aura delle persone ottimiste e positive sarebbe infatti decisamente più marcata ed estesa mentre nelle persone deboli e fragili e in quelle sempre pessimiste sarebbe una linea sottile intorno al corpo. Ci sono 3 modi per interpretare l’Aura, vediamo quali.

1. Il corpo eterico, oggetto di riflessione da parte di coloro che lo ritengono responsabile della diffusione dei processi fisici dell’organismo. Osservando attentamente il corpo eterico, si riuscirebbe a diagnosticare eventuali patologie.

2. Il corpo astrale, quello cioè che serve a dare interpretazione ai sentimenti. Il corpo astrale comprende emozioni, desideri e pensieri nascosti nella mente dell’uomo. Questo corpo vaga nel mondo astrale in caso di coma e abbandona definitivamente il corpo (inteso fisico) dopo la morte.

LA KUNDALINI, COSA E’ A CHE COSA SERVE

3. Il corpo mentale, che raccoglie tutti i pensieri siano essi intuitivi e extrasensoriali. Quando si parla di corpo mentale si fa distinzione tra mente superiore (legata a esperienze spirituali) e mente inferiore (legata invece al mondo terreno e materiale).

Foto | Thinkstock

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>